Smart home: che cos’è la domotica?

Smart Home: scopriamo come la domotica può rendere la casa intelligente!

Tutti sogniamo una Smart Home e basta davvero poco per realizzare un impianto domotico di ultima generazione per aumentare il comfort della propria abitazione. In questo articolo risponderemo alle seguenti domande: che cos’è la domotica? Come progettare una Smart Home? Quali sono i vantaggi di un impianto domotico? Non solo, perché toccheremo con mano (o quasi) un semplice impianto, cercando di capire, attraverso alcuni esempi, quali sono gli step da seguire per sfruttare al massimo gli strumenti di ultima generazione e ottenere un risultato eccellente.

Una casa sempre più intelligente grazie alla domotica

Tutte le strade portano a Roma”, così come “tutte le nuove tecnologie per migliorare la qualità della vita in casa portano alla domotica”!

È facile intuire il significato di quella che è diventata la parola più pronunciata negli ultimi anni. Quando si parla di domotica si fa diretto riferimento alle innovazioni tecnologiche utili per vivere la propria casa o incrementare le potenzialità di un ambiente di lavoro grazie alla grande possibilità di sfruttare funzioni di controllo, sicurezza, risparmio energetico e comunicazione in un ambiente totalmente connesso.

Un impianto domotico di ultima generazione ha l’unico scopo di rendere incredibilmente efficiente l’interazione tra tutti i suoi elementi, a partire dal semplice interruttore per accendere le luci e arrivando al controllo dei sistemi di riscaldamento e sicurezza dell’immobile. Si parla di gestione coordinata di tutti i dispositivi grazie ad una piccola centrale (per il momento definiamola così), accessibile da qualsiasi apparecchio e programmabile in modo semplice seguendo le specifiche esigenze. Ecco perché il binomio domotica/comfort domestico è indissolubile.

Sono davvero tantissime le potenzialità della domotica, che non si estendono solo al concetto di Smart Home (sul quale ci soffermeremo maggiormente e che riprenderemo in diverse guide sui migliori dispositivi da scegliere), ma che possono estendersi in molteplici settori. Edifici commerciali, uffici, cliniche e ospedali, software per gestire a 360° qualsiasi struttura ricettiva, fino ad arrivare anche alla domotica assistenziale che sta crescendo notevolmente negli ultimi tempi per offrire le migliori automazioni, completamente personalizzabili, per disabili e anziani.

Smart Home: è questo il nostro settore! Ci siamo sempre definiti come “giovani sempre connessi” e proprio non potevamo resistere all’idea di dare qualche consiglio, anche in base alle nostre esperienze personali, sui migliori sistemi per trasformare una normale casa in una casa intelligente. Chi non ama un ambiente tecnologicamente avanzato? Pochi… e noi non siamo tra questi.

Non ci definiamo come pigri, ma la possibilità di accendere e spegnere le luci di casa con la voce o direttamente dallo smartphone, gestire l’apertura di porte e tapparelle con sistemi in grado di adattarsi alla luce solare, sfruttare sistemi di comunicazione e di sicurezza controllati da remoto e tanto, tanto altro, sono cose che ci affascinano. E siamo sicuri, dato che siete arrivati su questa pagina web, che anche voi avete un debole per la tecnologia domestica.

Offerte Online

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1
Ciabatta WiFi Intelligente Multipresa a 3 AC+ 4 USB Controllo Remoto Alexa, FTTT, Google con La Funzione di Temporizzazione con Android IOS Wifi 2,4 GHz (Multipresa)
  • 【Facile da installare】: è richiesta la connesione ad Internet, funziona con il Wi-Fi che hai già in casa, nessun hub o accessori richiesti.
  • 【Telecomando 】: Collegare la multipresa al WiFi e scarica l'app gratuita Smart Life, poi goditi il telecomando. L'app Smart Life ti consente di controllare...
  • 【Controllo vocale 】: Funziona con Amazon Echo Alexa e Google Home con controllo vocale.
  • 【Funzione di cronometraggio】: Sempre e ovunque! Utilizzo dell'app per impostare una pianificazione per accendere / spegnere gli elettrodomestici...
  • 【Sicuro e risparmio energetico 】:Protezione da sovraccarico integrata, protezione da sovratensione, protezione da surriscaldamento e protezione da...
Più venduti - Posizione n. 2
Presa Intelligente WiFi Smart Plug 16A 3300W TECKIN Presa Smart Compatibile con Alexa Echo Google Home IFTTT, Controllo Remoto Funzione di Temporizzazione Presa Wireless per iOS Android App 2 Pezzi
  • 【Semplice telecomando con APP】 Controlla la tua casa da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento con il tuo tablet o smartphone tramite l'app gratuita Smart...
  • 【Controllo vocale con Amazon Alexa】 La presa Smart Wifi supporta Alexa, Google Home e IFTTT. Dopo l'attivazione, avvii una nuova ricerca del dispositivo...
  • 【Orari flessibili e funzione timer】 Creare gli orari per la presa di corrente con lo smartphone e impostare l'accensione automatica dei dispositivi in...
  • 【Presa intelligente per la tua casa intelligente】 Oltre alle luci, puoi anche integrare tutti gli altri elettrodomestici nella tua casa intelligente. Tutti...
  • 【Dimensioni compatte e garanzia】 La presa di corrente Mini Smart ti farà risparmiare spazio. TECKIN Wireless Smart Outlet è certificato CE, RoHS. È...
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3
Echo Dot (3ª generazione) - Altoparlante intelligente con integrazione Alexa - Tessuto antracite
  • Ti presentiamo Echo Dot - Il nostro altoparlante intelligente più venduto, con un rivestimento in tessuto, che si adatta perfettamente anche agli spazi più...
  • Controlla la musica con la tua voce - Ascolta brani in streaming da Amazon Music, Apple Music, Spotify, TuneIn e altri servizi musicali. Con Audible puoi anche...
  • Audio più ricco e potente - Associalo a un altro Echo Dot (3ª generazione) per un audio stereo potente. Per riempire di musica casa tua, puoi usare più...
  • Sempre pronta ad aiutarti - Chiedi ad Alexa di riprodurre musica, rispondere a domande, leggerti le ultime notizie, darti le previsioni del tempo, impostare...
  • Resta sempre in contatto con gli altri - Chiama e invia messaggi senza dover usare le mani a chiunque possieda un dispositivo Echo, l'App Alexa o Skype. Con la...
OffertaPiù venduti - Posizione n. 4
LE Lampada da Comodino Intelligente WiFi, Compatibile con Alexa e Google Home IFTTT, RGB e Bianco Dimmerabile (2000K - 6000K), 1000mA Lampada da Tavolo Smart Controllo da APP Smartphone
  • 【Controllo da App】: E' possibile controllare LED lampada da tavolo con l'app "LampUX" che compatibile con sistema iOS e Android. Supporta solo Wi-Fi (2,4...
  • 【Controllo da Voce】: Funziona con Alexa Echo, Google Home e IFTTT, così puoi controllare le luci con la tua voce per accenderla o spegnerla, illuminarla o...
  • 【Colore e Luminosità Dimmerabile】: premere pulsante per impostare modalità di illuminazione di 2000K / 3000K / 6000K, luminosità e 16 milioni di colori...
  • 【Funzione Timer】: Impostare un timer e creare un programma per accendere / spegnere automaticamente la lampada da tavolo a LED senza preoccuparsi di...
  • 【Ampia Applicazione】: Protezione degli occhi / paura dell'oscurità / allattamento al seno / lettura notturna prima di coricarsi, ecc., questa lampada da...
Più venduti - Posizione n. 5
meross Wifi Smart Interruttore Parete Italiana Intelligente, 1/2/3 Gang Pannello Touch LED Antiurto Elettrico, Funzione Timer, App Controllo Remoto, Compatibile con Amazon Alexa, Google Home e IFTTT
  • ★COMPATIBILITÀ AMPIA★: installando questo interruttore di specifica italiana, scatola 503, puoi gestire 1/2/3 luci a casa tua tramite l'app andriod iOS...
  • ★NON SOSTITUISCE DEVIATORE★: è neccessario soltanto un filo neutro da installare, funziona con il wifi 2.4GHz già esistito a casa tua. Non hub e gli altri...
  • ★FUNZIONE TIMER★: ha la funzione di accensione e spegnimento programmata, puoi impostare un orario routine di autospegnimento per funzionare automaticamente
  • ★QUALITÀ SUPERIORE★: Certificazione CE, RoHS, WEEE approvata. Il pannello antiurto elettrico, ti provede più sicurezza, la custodia ignifuda in ABS, molto...
  • ★ASSISTENZA TECNICA 24/7★: In caso di problemi con il prodotto, inviare un'e-mail a support@meross.com o contattare direttamente il venditore. Vi...

Che cos’è la domotica?

Spiegare la domotica in semplici parole, senza dilungarsi in tecnicismi che potrebbero portare fuori strada i non addetti ai lavori, è possibile. Ecco perché abbiamo deciso di proporvi questo articolo, questa guida, proprio per aprire con maggiore facilità le porte di quella che abbiamo già definito come Smart Home.

Sicuramente gli esperti del settore sorrideranno nel leggere quanto segue, ma non è nostra intenzione utilizzare concetti difficili, poiché il nostro unico scopo è quello di capire quali sono le strade da seguire per non perdersi nel mondo della domotica e capire quali prodotti possono essere in grado di soddisfare al meglio le proprie esigenze.

Pronti?

Seguiteci.

Definizione di domotica

La domotica (o Home Automation) è la disciplina che si occupa di studiare le migliori applicazioni e le più innovative tecnologie per migliorare il comfort domestico. Una definizione ancor più precisa è questa: “la domotica è la scienza dell’automazione delle abitazioni”.

Il termine “domotica” non è altro che un neologismo derivante dalla contrazione della parola latina domus (casa) che è stata unita al termine “automatica”. Quindi, è facile capire quale sia il principale oggetto di studio di questa disciplina: l’automazione della casa.

Non è tutto! Non ci si limita solo all’automazione, ma si va ben oltre. Il punto di partenza è il funzionamento automatico di tanti dispositivi che quotidianamente vengono utilizzati in casa, ma il traguardo è un impianto articolato e connesso in grado di mantenere attiva una comunicazione ben precisa tra i dispositivi, per un controllo preciso e sicuro.

I diversi livelli di automazione

Chiarito che la domotica ha come scopo ultimo quello di creare un impianto per la gestione di diversi dispositivi, è possibile ora soffermarsi sui 3 livelli di automazione che si possono ottenere:

  1. Primo livello: piccole apparecchiature che possono essere installate dall’utente e che si possono descrivere come soluzioni innovative con funzioni di controllo. Il riferimento è diretto ai motori elettrici di tapparelle e tende da sole, ai telecomandi utilizzati per aprire e chiudere i cancelli di casa, alle piccole telecamere installate per aumentare la generale sicurezza dell’immobile, ai videocitofoni e così via. Si tratta di un’automazione a sé stante, poiché questi dispositivi non sono inseriti in un vero e proprio impianto, ma rappresentano comunque il primo passo per la creazione di una casa domotica.
  2. Secondo livello: più dispositivi controllati e gestiti da un’unica centralina, ma solo per alcuni ambienti della casa. Si tratta di un piccolo impianto domotico, ad esempio quello per il controllo delle luci nella zona giorno, che svolge le sue funzioni limitatamente ad un solo ambiente.
  3. Terzo livello: è questo l’ultimo step da fare per poter parlare di domotica nel vero senso del termine, cioè ottenere la piena integrazione di tutti gli impianti (elettrico, idrico, riscaldamento, sicurezza, ecc) in un unico sistema domotico di controllo. Insomma, una casa intelligente e connessa.

Un impianto domotico è in grado di gestire in contemporanea e in modo efficiente tutti quelli che sono i tradizionali impianti che solitamente operano in modo separato.

Come funziona un impianto domotico: i vantaggi dei sistemi BUS

Un impianto domotico non può non avere un sistema BUS. Che cos’è? Ancora una volta cercheremo di essere quanto più chiari possibile, evitando di utilizzare termini troppo tecnici. I sistemi bus non altro che linee di dati che permettono ai dispositivi installati di comunicare tra loro e restare sempre connessi al sistema di controllo generale. Ogni input passerà attraverso la linea dati del bus.

Cosa cambia rispetto ad un impianto tradizionale? La differenza fondamentale è che il sistema domotico sarà informato di tutto ciò che avviene nella casa (ogni impulso, cioè ogni comando passerà attraverso la stessa linea dati), con la grande possibilità di controllate più dispositivi nello stesso tempo con specifici software. Inoltre, il bus consente di impartire comandi in automatico al verificarsi di determinati eventi. Facciamo un esempio: il sole sta per tramontare, quindi la luce ambientale sta pian piano diminuendo. L’utente, in questo caso, non dovrà far altro che programmare il software che invierà determinati comandi quando il sole non ci sarà più: le luci di casa si accenderanno in automatico, l’impianto di riscaldamento inizierà a funzionare, le tende da sole motorizzate inizieranno a chiudersi e così via. Comandi che possono essere preimpostati o che possono essere inviati attraverso qualsiasi dispositivo connesso al sistema domotico (smartphone, pc, tablet) anche a distanza. Quelli riportati sono i più classici degli esempi, utili però per capire le grandi potenzialità di un impianto connesso che sfrutta un’unica linea dati del bus.

Le basi di un impianto domotico

Il nostro consiglio è quello di affidarsi alle esperte mani dei professionisti del settore che, oltre a sapervi consigliare le migliori soluzioni per ogni singolo elemento da installare, riusciranno a comprendere al meglio i vostri bisogni e creare un impianto domotico completo su misura.

Ad ogni modo, qualche consiglio (il cosiddetto A B C dell’impianto domotico) è possibile darlo anche ai tanti appassionati del fai da te tecnologico.

Informarsi! È questa la prima cosa da fare prima di procedere all’acquisto di qualsiasi strumento utile a rendere la propria casa più confortevole e energeticamente efficiente. Chiedersi “ho davvero bisogno di questo modello o per le mie esigenze è meglio prendere altro?”. Oppure, “avrò la possibilità di integrarlo in un impianto che sarà ampliato nel corso del tempo?”. Semplici domande che stanno alla base di un progetto di successo.

Fondamentale è anche capire qual è la normale struttura di un impianto domotico:

  • Unità centrale: è il primo tassello del puzzle, il centro di controllo e comando dei dispositivi connessi.
  • Sensori per rilevare con precisione tutte le variabili ambientali per gestire efficacemente il funzionamento del sistema.
  • Attuatori per portare a termine l’azione richiesta.

Questi sono i tre pilastri di un impianto domotico in una Smart Home, ai quali ovviamente si aggiungono altri elementi più piccoli, ma sempre incredibilmente utili. Le singole unità connesse devono essere in grado di comunicare tra loro attraverso diversi supporti:

  • Bus di campo;
  • Onde convogliate;
  • Radiofrequenza.

Tutti questi componenti devono essere collegati tra di loro al fine di scambiare informazioni relative alle variabili e inviare e ricevere comandi.

Questi componenti comunicano tra loro attraverso tre diversi tipi di supporto:

  • BUS di campo: è l’insieme dei fili che attraverso un preciso cablaggio permette il trasferimento delle informazioni dalla base centrale ai singoli dispositivi.
  • Onde convogliate: viaggiano sulla classica rete elettrica e sono fondamentali per il funzionamento di ogni elemento.
  • Radiofrequenza: forse, meglio parlare di wireless, vero? Un impianto domotico non può di certo funzionare senza una precisa progettazione di un impianto wireless per la trasmissione e la ricezione delle informazioni (cioè i comandi).

È bene tenere sempre a mente che una precisa configurazione del sistema è di fondamentale importanza per un corretto funzionamento della rete, quindi è necessario assegnare un unico indirizzo per far funzionare al meglio il modulo ricevitore.

Abbiamo ripreso alcune cose dette nel secondo paragrafo, ma solo per sottolineare un aspetto molto importante. Se si ha intenzione di procedere con il fai da te non si può non conoscere le basi della corretta comunicazione delle funzioni più utilizzate in una casa (luci, allarmi, riscaldamento, ecc.), creare schemi di impianto precisi, procedere alla normale manutenzione e saper individuare possibili guasti nell’impianto.

Tutto questo perché quando si parla di impianto domotico si fa sempre riferimento ad un insieme di elementi perfettamente connessi tra loro e che il più delle volte lavorano simultaneamente.

Come progettare un impianto domotico

Per essere sicuri di ottenere un buon risultato è bene seguire degli step ben precisi ed elaborare un progetto impeccabile:

  • Analisi delle proprie esigenze che l’impianto domotico dovrà soddisfare;
  • Valutazione dei singoli impianti da integrare nel generale progetto di connessione;
  • Scelta del mezzo di trasmissione, del protocollo di comunicazione e dei singoli dispositivi per il passaggio veloce dei dati;
  • Realizzare schemi per il posizionamento dei dispositivi e calcolare le linee di potenza e le relative protezioni;
  • Studiare un preciso schema delle connessioni, cioè realizzare delle vere e proprie mappe di segnali e comandi;
  • Programmazione dell’impianto.

È possibile fare tutto questo da soli o avvalendosi dell’aiuto di installatori professionisti. Seguendo la prima strada di certo si giungerà ad un risultato meno costoso, ma i problemi potrebbero nascer come funghi se non si hanno ottime basi e conoscenze tecniche. La seconda strada, cioè quella da percorrere in compagnia di un esperto del settore, è ricoperta di tanti soldini da spendere, ma porterà alla realizzazione veloce e pressoché perfetta di un meraviglioso impianto intelligente.

C’è poi un altro sentiero che è possibile seguire: acquistare tutti i dispositivi e le apparecchiature (anche online), sempre informandosi e facendosi consigliare da chi è del mestiere, per poi lasciar spazio all’installatore per il collegamento e la creazione degli schemi di funzionamento.

I vantaggi della domotica

Cosa cambia quando la casa viene dotata di impianto in grado di connettere più dispositivi? I vantaggi sono davvero tanti, ma in primis è possibile affermare che si può beneficiare di:

  • Monitoraggio continuo e preciso delle condizioni ambientali (temperatura, luce, umidità, ecc.).
  • Programmazione e regolazione a distanza dell’impianto di riscaldamento e condizionamento.
  • Controllo dell’impianto di illuminazione, anche regolando l’intensità luminosa artificiale in casa in funzione della luce naturale proveniente dall’esterno.
  • Possibilità di gestire gli elettrodomestici con un click: attivarli o disattivarli, impostarli e controllarli diventerà un gioco da ragazzi.
  • Regolazione dei sistemi di sicurezza: comandare le telecamere e l’antifurto, migliorando la sicurezza dell’abitazione, sempre restando connessi e informati attraverso notifiche (avvisi anche in caso di fughe di gas o incendi rilevati da appositi sensori).
  • Gestione efficiente dei carichi elettrici: tutti gli elettrodomestici (frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, forni, ecc.) possono essere controllati a distanza, magari per attivandoli quando l’energia costa meno, ma è anche possibile e effettuare diagnosi manutentive attraverso specifici software.
  • Controllo accurato dell’energia per innalzare il livello energetico dell’abitazione.
  • Intelligente gestione degli spazi esterni: innaffiare le piante a orari specifici con sistemi automatici è davvero fantastico.

Accanto a questi troviamo altri benefici che non occupano i primi posti della lista, ma di sicuro renderanno la casa ancor più confortevole e unica (impianti audio con regolazione del suono i base all’ambiente, assistenti vocali in grado di esaudire ogni piccolo desiderio e… wow, sembra di essere in film di fantascienza, ma non c’è niente di più reale).

Con la domotica si risparmia davvero?

Inutile girarci attorno, perché è questa la prima domanda che ci poniamo tutti quando si parla di domotica.

In una Smart Home dove tutto è automatizzato (dal climatizzatore agli elettrodomestici, dalle tende da sole per il terrazzo alle tapparelle, dai sistemi di connessione al controllo del riscaldamento e dei condizionatori) i consumi sono davvero ridotti?

Rispondiamo indirettamente: immaginate un ambiente dove sono stati montati dei sensori che permettono alle luci di accendersi solo al passaggio delle persone o, ancor più semplicemente, un sistema connesso al proprio smartphone per regolare a distanza il termostato o per gestire la temperatura del frigo. Beh, bastano questi esempi (tra i quali possiamo anche inserire la semplice installazione delle valvole termostatiche su ogni radiatore) per capire che i consumi possono essere controllati e, quindi, ridursi notevolmente.

Avete dimenticato le luci accese in casa? Non ricordate se avete chiuso bene il rubinetto? Siete già a lavoro e avete lasciato i termosifoni al massimo? Tutte queste paure (le più comuni) possono essere cancellate grazie ad un semplice click, anche a tanti chilometri da casa.

Stiamo pur sempre parlando di una Casa Intelligente, quindi oltre al comfort generale, la domotica assicura notevoli vantaggi, tra cui anche un grande risparmio, sicuro nel tempo.

Eeeh… ma quanto costa realizzare una Smart Home”!

I costi da sostenere per creare un impianto domotico di ultima generazione non sono di certo bassissimi, ma la spesa iniziale sarà ammortizzata in breve tempo. Non dimenticate che anche i sistemi per la produzione e lo sfruttamento dell’energia pulita (pannelli solari & Co.) rientrano nella concezione di Smart Home.

La domotica è pratica, conveniente per la bolletta e utile per ottimizzare l’utilizzo delle risorse per un minor impatto ambientale. Una Smart Home di certo riceverà una valutazione energetica ai massimi livelli e l’investimento fatto sarà la chiave del successo, ad esempio, anche per una futura compravendita. Ma a noi interessa principalmente la possibilità di creare una perfetta sinergia tra gli elettrodomestici e gli impianti, per controllarli tutti in modo preciso e rapido, avendo sempre la possibilità di regolarne efficientemente gli usi.

Sì, con la domotica di risparmia!

Differenze tra impianto domotico e sistemi tradizionali

“Non c’è paragone”!

Un impianto HBA (Home and Building Automation) non può, neanche lontanamente essere paragonato ad uno tradizionale. I vantaggi della domotica, in termini di comfort domestico, risparmio energetico e sicurezza generale, sono tantissimi e di certo non si possono trovare nei più classici impianti.

Basta soffermarsi per un attimo sul seguente aspetto: un impianto domotico gestisce più impianti. In pratica, come detto più volte, grazie ad un pc, un tablet o una smartphone, o semplicemente grazie ad una centralina touch screen da sistemare in un angolo della casa, è possibile organizzare, programmare e controllare la climatizzazione, gas, luce, acqua, telecamere esterne e interne, connessione internet e così via.

Per controllare tutta la casa basta una mano, anzi un dito!

La principale differenza tra un impianto tradizionale e uno domotico è quella della separazione tra linea di comando e linea/e di attuazione. Con le soluzioni di ultima generazione si va oltre il normale “acceso/spento”, potendo sfruttare tante sfumature di operatività che, grazie anche ai diversi sensori, riescono a soddisfare in modo immediato e preciso qualsiasi esigenza.

Nell’impianto tradizionale ogni elemento (così come ogni elettrodomestico) deve essere azionato manualmente e direttamente sul posto, mentre la domotica consente di far sembrare gli stessi intelligenti, grazie alla possibilità di controllarli tutti insieme anche a distanza.

La cosa più interessante è che non serve sostituire il vecchio impianto con uno interamente connesso, ma basterà studiare una funzionale integrazione per vivere in una casa più smart.

Limiti della domotica

Il settore di riferimento, anche se in crescita, presenta ancora alcuni piccoli limiti. Non sono svantaggi, ma è bene precisare che le potenzialità di un sistema domotico di ultima generazione possono diventare ancora più grandi e puntare ad un livello di efficienza straordinario. Tra i limiti, non c’è altro modo per definirli, possiamo menzionare:

  • le scarse conoscenze informatiche degli installatori che ancora cercano di indirizzare il cliente verso la scelta di un tradizionale impianto che, per quanto possa essere di qualità, mai raggiungerà gli standard qualitativi di un impianto domotico.
  • Prezzi elevati dei software utilizzati per controllare una Smart Home completa di tutto.
  • Incertezza su quale sarà lo standard di comunicazione che prevarrà in futuro per questa tipologia di sistemi.
  • Mercato ancora non pronto. La domotica è ancora vista come uno “sfizio” e non è per niente considerata un bisogno. Questo è dovuto alla scarsa informazione che non permette al consumatore di capire quali sono i reali vantaggi (e sono sempre di un certo spessore, come ad esempio l’abbassamento dei consumi di energia) degli impianti connessi.

Noi siamo a favore di questa nuova tecnologia e abbiamo già aperto le porte delle nostre case a tutti i dispositivi utili per migliorare:

  • La sicurezza della casa;
  • L’impianto di illuminazione di ogni ambiente;
  • La climatizzazione e il riscaldamento;
  • La funzionalità degli elettrodomestici;
  • L’esperienza audio e video attraverso dispositivi di ultima generazione;
  • Gli spazi esterni.

Ecobonus Domotica

Dotare la propria abitazione di un impianto domotico di ultima generazione può essere costoso, ma fino al 31/12/2019 è possibile sfruttare l’Ecobonus con detrazione Irpef del 50% e Ires del 65%.

Questo perché la domotica spalanca le porte al risparmio energetico ed è vista come una delle migliori soluzioni (a dire il vero può essere definita come un insieme di ottime soluzioni) per migliorare l’efficienza energetica degli edifici di nuova costruzione e di quelli sottoposti a lavori di ristrutturazione.

Si possono sfruttare i bonus per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di impianti domotici e multimediali (per il controllo a distanza di luci, riscaldamento, climatizzazione e per la gestione dell’impianto dell’acqua) utili per la riduzione dei consumi e per l’innalzamento del livello generale del comfort domestico.

Per usufruire di questo bonus è necessaria una comunicazione all’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), attraverso la procedura online. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile consultare la guida.

Normativa di riferimento

Anche la domotica ha le sue leggi!

In tema di HBES (Home and Building Eletronic System) è la normativa CENELEC EN 50090 (recepita in Italia come CEI EN 50090) da prendere come punto di riferimento. La stessa indica tutti i requisiti di un sistema domotico e i criteri di progettazione, nonché le linee guida da seguire per la verifica e il collaudo finale. Diverse sono le sezioni che contengono norme tecniche di riferimento per quanto riguarda la documentazione di progetto, gli impianti a bassa tensione e requisiti generali per i sistemi di automazione elettronici per le diverse tipologie di edificio.

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1Più venduti - Posizione n. 1
BTicino S3711GU Multipresa da Scrivania con Presa USB, 1.5A, 3500 W, 250 V, Grigio Antracite
  • Ricarica smartphone e tablet 2.1 a max ripartiti
  • Design adattabile allo stile e l'arredamento della casa
  • Cavo da 2 m e piedini adesivi per fissaggio alla scrivania o al piano d'appoggio
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2Più venduti - Posizione n. 2
Netatmo Valvole Termotatiche Wifi Intelligente, Modulo supplementare per il Termostato Intelligente e per il Kit di base per riscaldamento centralizzato, NAV -IT
  • Risparmia più energia quando riscaldi la tua casa
  • Regola in modo preciso la tua temperatura ideale stanza per stanza e il riscaldamento in base all'uso di ogni singola stanza
  • Riscaldamento intelligente: goditi un migliore comfort in casa e risparmia di più con il Rilevamento Finestra Aperta (disponibilità prossima), la Regolazione...
  • Compatibilità: AppiOS 9 minimo richiestoAndroid 4.2 minimo richiestoPC e Mac attraverso la Webapp
  • Compatibili con i termosifoni ad acqua calda, si avvitano sulle valvole termostatiche, funziona solo con il Termostato Intelligente Netatmo oppure con il Kit di...
Più venduti - Posizione n. 3Più venduti - Posizione n. 3
BroadLink SmartHome per SmartHome per remoto a infrarossi IR per Broadlink RM Mini3 per iPhone Android 4.0 + Telefono mobile, WiFi + IR
  • IoT Smart Home Assistant - Broadlink RM-Mini3 (fagiolo nero) interrompe il vecchio campo di controllo remoto tradizionale con questo controller infrarosso che...
  • Broad-Compatible System -All-in-one trigger sostitutivo completamente supporta 80,0000 + IR (solo) dispositivi controllati tra cui TV, DVD, Audio, Air...
  • Panoramica sulle funzioni principali - Controllo semplice dell'applicazione per attivare / disattivare, attivare / disattivare il tempo remoto, impostare i...
  • Pianificazione: predispone i propri profili, funziona automaticamente all'ora prestabilita. Compatibile con Alexa
  • Facile da usare tramite App Control - Supporto app per IOS 7.0 / Android 4.0 e versioni successive, scarica App (e-Control o BroadLink) e poi connectRM-Mini3 e...
Più venduti - Posizione n. 4Più venduti - Posizione n. 4
Lampadina Intelligente, LOFTer Lampadina Smart WiFi E27 RGB 7W, Lavora con Echo Alexa/Google Home, Luce Regolabile Compatibile per Dispositivo iOS Android App Controllata, Regalo San Valentino
  • 【Goditi la Casa Smart】Non c'è bisogno di preoccuparsi di lasciare la casa e dimenticare di spegnere le luci. È possibile impostare diversi timer per...
  • 【Controllata da App】Controlla semplicemente la lampadina smart dall'APP e niente hub richiesto. Funziona con il comando vocale di Echo Alexa/Google Home....
  • 【Fino a 16 Milioni di Colori】Scegli tra 16 milioni di colori e regola la tonalità e l'intensità come desideri. Vari colori disponibili per creare...
  • 【Risparmio Energetico】Lampadina dimmerabile lavora con attacco E27, utilizzata un design risparmio energetico che riduce l'abbagliamento e protegge gli...
  • 【Materiale di Qualità e Design Gradevole】Facile da usare, sicuro e affidabile, lampadina intelligente con un design moderno bella da vedere con la casa....
Più venduti - Posizione n. 5Più venduti - Posizione n. 5
Shelly 2.5 Wireless Dual relè Interruttore Intelligente domotica, Amazon Alexa e Google Home 2 pz
  • Funzione Timer e Programma: Imposta il timer e il conto alla rovescia, crea scene, puoi impostare programmi timer per accendere / spegnere automaticamente luce,...
  • Controllo Vocale: Funziona con Alexa, Google Home e IFTTT, invece di raggiungere il pulsante di commutazione ogni volta, puoi facilmente accendere / spegnere...
  • Controllo App Da Qualsiasi Luogo: Puoi controllare da remoto la luce, il router, i ventilatori, la TV, la caffettiera o qualsiasi altro apparecchio con 10A /...
  • Controllo di Gruppo: Crea un gruppo per tutti i relè intelligenti, un relè intelligente può essere controllato da più telefoni cellulari, condividerlo con...
  • Design Compatto: L'interruttore a relè intelligente può essere installato nella scatola di giunzione o dietro le prese e rende intelligente la presa e...

 

Dai un voto a questa guida. Clicca sulle stelline per votare. Sii gentile :-)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (Non ci sono ancora voti)
Loading...