Cosa portare il primo giorno di scuola media

Lasciare la scuola elementare e iniziare a muovere i primi passi nel mondo della scuola media non è sempre molto semplice. Tante possono essere le difficoltà che i bambini possono trovare lungo il loro percorso, specialmente nei primi mesi dell’anno scolastico. Si lascia un ambiente da grandi, per affrontare, da piccoli, una nuova realtà. Sono tante le cose che ogni genitore vorrebbe fare per aiutare i propri figli, ma non si sa mai da dove partire e cosa fare nello specifico. Possiamo darvi un piccolo consiglio? Iniziate a rispondere a queste domande: cosa portare il primo giorno di scuola media? Come affrontare il primo giorno di scuola? Di cosa mio figlio (o mia figlia) ha bisogno per un primo giorno di scuola perfetto? Cosa non deve mancare assolutamente?

Tranquilli, non vi lasciamo da soli a scervellarvi per trovare la risposta ad ognuno dei quesiti che hanno appena scombussolato l’ordine dei vostri pensieri. Vediamo insieme come affrontare il primo giorno di scuola media.

Cosa mettere nello zaino il primo giorno di scuola media

Il primo giorno di scuola media ha la stessa potenza devastante del primo giorno di scuola elementare. I ragazzi, pronti ad affrontare un nuovo percorso di studi, sono molto ansiosi, ma riescono a mascherare bene il tutto, mettendo da parte le negative emozioni, per lasciare spazio alla voglia di cambiamento e quanto di più positivo possa esserci. Ancora una volta, sono i genitori che non riescono a controllare le loro emozioni, lasciandosi sopraffare dall’ansia, vera e propria bomba ad orologeria pronta ad esplodere con il suono della campanella.

Perché il primo giorno di scuola media spaventa così tanto i genitori? Basta osservare i loro volti davanti l’ingresso della scuola o sull’uscio della porta quando salutano i propri figli. Un sorriso stentato cerca di stamparsi su di un volto bianco e, mentre dalla bocca escono le parole Ciao e Auguri (i più forti riescono anche a pronunciare più di una parola, arrivando a dire “in bocca al lupo tesoro mio”), il viso non riesce a trovare la sua naturale elasticità, trasformandosi in una pietra dal bianco colore. Spaventati per il nuovo ambiente che accoglierà i loro bambini (ormai non più), terrorizzati dalla preadolescenza e preoccupati per il nuovo metodo didattico e per il diverso modo dei professori di rapportarsi agli alunni in modo più adulto.

È normale essere sopraffatti da mille e più paure, ma non serve farsi prendere letteralmente dal panico. Cosa fare? Pensate al primo giorno di scuola media, il resto verrà da sé.

Volete coccolare e proteggere i vostri amati bambini? Aiutate loro a preparare lo zaino per affrontare il primo giorno di scuola e rassicurateli con dolci parole. Non si è mai troppo grandi per sentirsi dire un “ti voglio bene”, un “sono orgoglioso di te figlio mio”, ovvero una frase come “sono certo che ti farai valere, sei in gamba!”. Ecco, queste sono le prime cose da mettere nello zaino per il primo giorno di scuola media, insieme a tanta voglia di imparare e di voler riempire senza freno il proprio bagaglio culturale.

Può sembrare banale, ma la sfida della preparazione dello zaino riesce sempre a mettere in difficoltà tantissimi giovani studenti e altrettanti genitori. Il detto “chi ben comincia è a metà dell’opera” può sembrare leggermente pesante in tal contesto, ma permette di capire che è di fondamentale importanza affrontare il primo giorno di scuola con le giuste armi. Colorati proiettili a pastello, gomme per cancellare simili a granate e righelli che riprendono le forme di affilate spade sono le armi da utilizzare per sconfiggere un duro nemico, cioè il terrore del primo giorno di scuola. Cosa fondamentale: non dimenticate i quaderni, da utilizzare come sicuri scudi, e un diario sul quale appuntare la strategia migliore da applicare sul campo di battaglia!

Le cose che non possono mancare il primo giorno di scuola media

Cosa portare il primo giorno di scuola? Quali sono le cose che non devono mancare assolutamente nello zaino? Come prepararsi? Chi siamo? Da dove veniamo? Perché esistiamo? Ops…scusate, non prendete in considerazione le ultime tre domande. Sono così tanti i dubbi, che il nostro cervello, per un attimo, è andato in tilt.

Abbiamo scherzato abbastanza, ma ora è giunto il momento di affrontare al meglio il tema “zaino perfetto”. Meglio muoversi in anticipo e non attendere gli ultimi giorni per acquistare l’occorrente per l’anno scolastico. Fare le cose con calma aiuta a ragionare meglio e, ovviamente, a non dimenticare niente. Quindi, prima di rispondere alla domanda “quali sono le cose che non devono mancare il primo giorno di scuola media?”, dobbiamo rispondere ad un quesito dalla più ampia portata, che ingloba anche questo. Cosa comprare per la scuola media?

Una breve lista per non dimenticare nulla:

  • zaino: avete già scelto il modello più adatto e bello? Perfetto, siete partiti con il piede giusto. No? E che cosa aspettate? Sbrigatevi a dare un’occhiata alle offerte migliori per gli zaini scuola.
  • Astuccio: meglio di grandi dimensioni o più piccolo? Una domanda che può davvero mettere in crisi. Mentre per la scuola elementare si consigliano sempre i modelli con tripla cerniera e più spazi separati per mantenere in ordine pennarelli, pastelli e penne, per le scuole medie e le superiori, la scelta solitamente è indirizzata su tipologie di astucci più semplici. Stiamo parlando sempre del primo giorno di scuola media, quindi del primo anno del nuovo ciclo di studi, che sempre rappresenta una fase di passaggio. È possibile utilizzare anche un astuccio più grande, per poi passare, durante l’anno, a modellini più compatti e da grandi? Certo! Secondo noi è la migliore cosa da fare. Non sapete proprio cosa scegliere? Fate dare un’occhiata ai diretti interessati alle nostre proposte dei migliori astucci scuola.
  • Diario. Alle elementari non è così fondamentale, ma la sua importanza è decisamente maggiore nei tre anni della scuola media. Quale acquistare? Un bel diario con le pagine ampie e qualche disegno divertente è la miglior scelta che si possa fare.
  • Quaderni: quadretti, righe, quadretti, righe, quadretti, righe… ne serviranno davvero molti.
  • Album da disegno, matite specifiche, goniometro, compasso e righelli vari, da inserire in una apposita cartellina, non possono di certo mancare nella lista estiva delle cose da comprare per la scuola.
  • Libri? Sì, potrebbero servire.

Tutto questo è da portare il primo giorno di scuola media? No, ma lista si riduce. Ecco le cose fondamentali da mettere nello zaino per il primo giorno:

  • astuccio con penne e matita;
  • un paio di quaderni (uno a righe e l’altro a quadretti);
  • il diario;
  • una bottiglietta d’acqua e la merenda.

Libri, cartelline per le materie tecniche e tutte le altre cose possono restare qualche altro giorno a casa. Il primo giorno di scuola media è quasi sempre utilizzato per conoscersi meglio e per avviare la cosiddetta settimana di accoglienza. Tuttavia, per non sbagliare niente, ma davvero niente, è meglio consultare gli avvisi della scuola e vedere se ci sono specifiche direttive per il primo giorno di scuola.

Cosa non portare il primo giorno di scuola media

Cuffie, lettore mp3 e tablet sono stati inseriti nello zaino? Molto bene!

Alt! Questo non è lo zaino per andare a scuola, ma quello da portare in vacanza. Purtroppo le vacanze stanno per finire e tutto ciò che ha allietato le ore di relax, in spiaggia, piscina o nel giardino, deve essere rigorosamente lasciato a casa. I regolamenti dei singoli istituti dettano regole molto dure circa l’utilizzo degli oggetti tecnologici prima citati. A scuola si va per studiare, per imparare! Inoltre, presentarsi il primo giorno di scuola media con uno zaino pieno di meraviglie tecnologiche non è il massimo per fare colpo sui professori. A dirla tutta, è un vero e proprio comportamento irrispettoso.

Lo smartphone? Questo è un tema da approfondire. Ci teniamo particolarmente, poiché i cellulari di ultima generazione hanno acquistato più importanza dei libri. Gli smartphone sono davvero utilissimi e il problema, analizzando la questione più a fondo, non sono loro, ma noi! Provate ad immaginare di stare un giorno intero senza questi piccoli computerini tascabili. Sicuramente, soltanto 3 persone su 10 (siamo ottimisti) riusciranno in tale epica impresa. Di conseguenza, sono tantissimi i genitori che già dalle elementari regalano lo smartphone ai propri bambini.

Si può utilizzare il cellulare a scuola o è vietato?

In Italia, così come nella maggior parte dei Paesi europei, è vietato l’uso dello smartphone durante le ore scolastiche. La direttiva del 15 marzo 2007 spiega nel dettaglio la disciplina.

Lo smartphone è elemento di distrazione per i ragazzi, ma non solo per questo è vietato nelle scuole. Infatti, il Ministero dell’Istruzione a tal proposito è stato chiaro, affermando che utilizzare il cellulare a scuola costituisce in primis una vera e propria infrazione disciplinare e rappresenta una grave mancanza di rispetto nei confronti del professore.

E per contattare la famiglia in casi di necessità e urgenza? Gli uffici della presidenza e la segreteria offrono la possibilità, sempre, di entrare in contatto con i propri familiari. “Mio figlio viaggia ogni giorno in autobus per raggiungere la scuola e solitamente, per stare tranquilla, mi faccio fare uno squillo quando arriva davanti l’istituto”! Niente di anormale nell’affermare una cosa del genere e questo, secondo noi, è uno dei pochissimi casi in cui lo smartphone può essere messo dalla mamma nello zainetto per il primo giorno di scuola media. L’importante è far capire ai propri figli che, dopo aver fatto lo squillo o mandato il messaggino WhatsApp per rassicurare, il cellulare deve essere spento e lasciato per tutto il corso delle lezioni in una tasca dello zaino.  Per un ragazzino è difficile resistere alla tentazione di accendere lo smartphone nuovo, ma una lunga lezione sul rispetto e un po’ di disciplina a casa possono servire.

Volete sapere cosa pensiamo noi? No? Ok, tanto lo diciamo lo stesso. Vediamo lo smartphone a scuola come una vera e propria bomba pronta ad esplodere, distruggendo l’attenzione dei ragazzi e la normalità delle relazioni. Con un aggeggio del genere sempre tra le mani diventa difficile rapportarsi agli altri, ma si tende ad isolarsi, sempre più. Questo senza prendere in considerazione la mancanza di rispetto verso gli insegnanti, le varie infrazioni disciplinari e per ultimi, non perché meno importanti, i vari fenomeni di bullismo social che potrebbero nascere. Noi ci schieriamo con chi è contrario allo smartphone a scuola!

Come vestirsi il primo giorno di scuola media

Preparato lo zaino? Bene, è giunto il momento di capire come vestirsi il primo giorno delle medie. Rinunciare a pantaloncini e t-shirt è davvero dura, ma non impossibile. Ora che il grembiule non fa più parte del normale outfit scolastico, è ancora più importante soffermarsi sull’abbigliamento. Presentarsi in modo ordinato e impeccabile è il miglior modo per dare, dal primo giorno, una buona impressione e far colpo sui professori.

Non serve seguire le regole di stile dettate dalle troppe adolescenti che sognano di diventare le nuove Chiara Ferragni, ma avere uno stile semplice e comodo. Basta questo per sentirsi a proprio agio e mostrarsi rispettosi nei confronti dei propri compagni e dei professori.

Ecco alcuni consigli su come vestirsi il primo giorno di scuola media:

  • ragazze: niente top troppo corti, gonne o pantaloni troppo stretti. Prima abbiamo detto che una delle principali regole da seguire per un look perfetto è quella della comodità. Meglio vestiti elasticizzati e più ampi nella taglia (non serve cercare il tutone da meccanico), che nella semplicità ritrovano la massima eleganza. Un paio di comode sneakers e un trucco acqua e sapone completano il quadro della ragazza perfetta, pronta per il primo giorno di scuola. Niente cerchietti, orecchini e bracciali? Nulla è vietato, ma anche nella scelta dell’accessorio giusto da abbinare ai vestiti consigliamo di optare per cose delicate e mai troppo vistose.
  • Ragazzi: per i maschietti è tutto più semplice. Un jeans strappato, una maglia larghissima e un cappello con borchie. Scusate, forse il nostro cervello è ancora in tilt. Outfit perfetto per il tempo libero, ma di certo non per la scuola. Le regole sono le stesse che prima abbiamo visto e tutte riportano a quello che è un outfit essenziale per il primo giorno di scuola media.

Lo stile migliore? Quello che rispecchia il proprio modo di essere. Come a casa o in altri ambienti, anche a scuola è necessario essere sempre se stessi, con i propri pregi e propri difetti.

Dai un voto a questa guida. Clicca sulle stelline per votare. Sii gentile :-)

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (6 voti, media: 4,00 di 5)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *