Come Pulire il Ferro da Stiro

Il ferro da stiro, come tutti gli elettrodomestici che si usano in casa, ha periodicamente bisogno di essere pulito in ogni sua parte per assicurargli lunga vita ed una efficienza ottimale: ecco come fare.

Consigli pulizia ferro da stiro

COME PULIRE PIASTRA FERRO DA STIRO

Come pulire il ferro da stiro sotto?

Il modo più sbrigativo per pulire la piastra del ferro, è adoperare uno di quegli appositi stick in vendita nei supermercati: si passa sulla superficie ed è fatta. Questi prodotti però, rilasciano un forte odore di ammoniaca, che ad alcuni potrebbe dare fastidio.

In alternativa, è possibile acquistare degli specifici oggetti abrasivi che, sfregati delicatamente sulla piastra, la liberano da sporcizia ed eventuali residui di tessuto.

Fin qui i rimedi chimici, ma ci sono anche, in alternativa, vari rimedi naturali.

Potete scegliere tra sale, limone, bicarbonato e aceto.

Preparate una soluzione fatta di aceto bianco riscaldato e sale, immergetevi una spugnetta ruvida e passatela sulla piastra ben fredda.

Strofinate con una certa delicatezza e poi asciugate con un panno morbido.

Ancora più semplice e sbrigativo: immergete un tappo di sughero nell’aceto bianco e passatelo sulla piastra calda.

Un altro rimedio è il seguente: mescolate un cucchiaio di bicarbonato con del succo di limone e strofinate la piastra con una spugna.

Asciugate con un panno morbido e asciutto.

Ricordatevi di non utilizzare mai spugne troppo abrasive, perché potrebbero graffiare la piastra.

COME PULIRE IL FERRO DA STIRO A VAPORE

Per ottenere una buona stiratura è indispensabile che l’erogazione del vapore sia impeccabile.

Il nemico numero uno, in tal caso, è il calcare.

Pulite l’erogatore come segue.

Versate due bicchieri di aceto bianco in mezzo litro di acqua distillata o demineralizzata e mettete tutto nel serbatoio.

Accendete l’apparecchio fino a fargli raggiungere la temperatura più alta ed erogate l’intero contenuto sotto forma di vapore.

Il calcare presente dovrebbe sciogliersi, ma se l’odore di aceto rimasto è troppo forte, ripetete il procedimento con sola acqua.

Prima di usare questo sistema, accertatevi che non vi siano controindicazioni a farlo leggendo sul libretto delle istruzioni.

Il calcare si deposita anche sui fori di erogazione: eliminatelo con un panno morbido imbevuto di aceto o bicarbonato di sodio.

COME PULIRE LA CALDAIA DEL FERRO DA STIRO

Una corretta manutenzione e pulizia della caldaia, è indispensabile per far funzionare il ferro da stiro al massimo della sua efficacia.

Riempite la caldaia con una miscela composta di acqua e aceto in parti uguali, fatela scaldare e, una volta calda, scaricate l’acqua sotto forma di vapore.

Fate raffreddare il ferro e svuotate la caldaia per togliere il calcare.

Ripete l’operazione, ma stavolta con una miscela di acqua al 90% e aceto al 10%, finché dal ferro non uscirà più calcare.

COME PULIRE IL FERRO DA STIRO BRUCIATO

Come disincrostare il ferro da stiro?

Le bruciature che si formano sulla piastra del ferro, a volte mescolate a pezzi di tessuto, si possono eliminare facilmente in modo ecologico, quindi con ingredienti naturali facilmente reperibili in casa.

Ve ne indichiamo tre: aceto bianco, dentifricio e sale grosso.

Sfregate sulla piastra un panno o una spugna imbevuti di aceto bianco riscaldato ed eliminate eventuali bruciature nei fori d’uscita con un cotton-fioc imbevuto dello stesso liquido.

In alternativa provate il dentifricio; mettetene un po’ sulla piastra fredda e sfregate con un panno, attivate il vapore per cinque minuti e lasciate riposare.

A ferro tiepido, passate un panno pulito e rimuovete ciò che resta del dentifricio.

Infine il sale: scaldate il ferro e passatelo energicamente su uno strato di sale grosso messo su un foglio di giornale.

In ultimo, passate sulla superficie un panno asciutto e pulito.

COME TOGLIERE IL CALCARE DAL FERRO DA STIRO

Come decalcificare il ferro da stiro a caldaia e il modello tradizionale?

Per togliere i depositi di calcare dal serbatoio e/o dalla caldaia, versatevi all’interno acqua distillata ed aceto in parti uguali, lasciando agire per mezz’ora.

Accendete il ferro ed eliminate il liquido tramite vapore.

Per la piastra e le componenti esterne del ferro invece, usate una “crema” fatta con 4 cucchiai di acqua fredda e due di bicarbonato passandola con un panno molto morbido.

Insistete sulle incrostazioni.

Se il calcare è tenace e sembra non voler andar via, mettete sul panno un po’ di sale fino, ma non sfregate con troppa energia, perché potreste graffiare l’acciaio.

 

COSA NE PENSANO I LETTORI:
TI E' PIACIUTA LA NOSTRA GUIDA? DAGLI UN VOTO
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.