Ferri da Stiro da Viaggio e Portatili

Ferri da Stiro da Viaggio

 

Ferri da stiro portatili: ordine ed eleganza in valigia.

Ferro da stiro verticale per camicie

Sempre più diffusa è, soprattutto negli ultimi tempi, la tendenza di portare con noi i comfort delle nostre abitudini quotidiane anche quando ci spostiamo, anche se, naturalmente, non è sempre possibile trasportare, per esempio, gli elettrodomestici casalinghi con i quali abbiamo un rapporto più abituale, considerato il peso e lo spazio che occupano; e questo impedimento fino a qualche anno fa si traduceva semplicemente in una rinuncia alle nostre comodità.

Ormai però, con la tecnologia che avanza con passi da gigante, ed i vari brand che fanno a gara fra di loro per contendersi il primato del miglior marchio per praticità, comfort ed economia,  praticamente non esiste apparecchio che non sia stato reinventato anche nella versione portatile, e pertanto sul mercato possiamo trovare modelli da viaggio degli elettrodomestici più comuni: leggeri e compatti, possono essere trasportati comodamente con i nostri bagagli per accompagnarci ovunque.

Tra questi, non poteva mancare anche il ferro da stiro, un accessorio non solo molto utile per stirare abiti sgualciti durante un viaggio, ma anche per riordinare quelli che vengono rinfrescati durante il soggiorno di chi si sposta spesso o effettua lunghe permanenze fuori casa. Il ferro da stiro portatile permette di avere abiti e capi in genere sempre a posto, impeccabili come se fossero appena usciti da una lavanderia professionale, ed essendo indubbiamente una soluzione pratica ed economica, è molto apprezzato anche da chi, per esempio, ha necessità di viaggiare con bambini i quali, si sa, hanno esigenza di cambiarsi più frequentemente, con tutto ciò che ne consegue.

In questa nostra guida, oltre a qualche consiglio specifico per l’acquisto di un ferro da stiro portatile, proveremo ad illustrare le principali caratteristiche che un buon ferro da viaggio deve avere, considerando che l’articolo, dall’essere fino a poco tempo fa “di nicchia”, sta riscuotendo un successo sempre crescente, anche e soprattutto per le buone offerte presentate dai vari marchi in commercio, e per la riconosciuta praticità ed efficienza.

Migliori Offerte Online per ferri da stiro da viaggio

OffertaPiù venduti - Posizione n. 1
Ariete 00S622400AR0 Travel Chic Ferro da Stiro
144 Recensioni
Ariete 00S622400AR0 Travel Chic Ferro da Stiro
  • Potenza di 800 watt
  • Piastra antiaderente
  • Stiratura verticale per capi appesi
  • Tipologia: da viaggio
OffertaPiù venduti - Posizione n. 2
Imetec Nuvola Ferro da Stiro da Viaggio a Vapore, Piastra in Acciaio Inossidabile da 1000 W, Custodia da Viaggio, Doppio Voltaggio
89 Recensioni
Imetec Nuvola Ferro da Stiro da Viaggio a Vapore, Piastra in Acciaio Inossidabile da 1000 W, Custodia da Viaggio, Doppio Voltaggio
  • Adatto per chi viaggia: compatto e leggero
  • Piastra a vapore da 1000 W
  • Manico pieghevole per il basso ingombro
  • Doppio voltaggio per utilizzo in tutti i paesi
  • Custodia da viaggio
OffertaPiù venduti - Posizione n. 3
Imetec Titanox K109 Ferro da Stiro a Vapore, Piastra in Acciaio Inox Multiforo da 2000 W, Leggero e Maneggevole
98 Recensioni
Imetec Titanox K109 Ferro da Stiro a Vapore, Piastra in Acciaio Inox Multiforo da 2000 W, Leggero e Maneggevole
  • Potente, pratico ed efficace
  • Piastra multiforo in acciaio inox da 2000 W ad ottimo scorrimento
  • Potente colpo di vapore 80 g, vapore regolebile
  • Dispositivo di autopulizia Calc-Clean
Più venduti - Posizione n. 4
Mini ferro da stiro da viaggio, Ferro da stiro a vapore da viaggio, Mini ferro da stiro, Portatile, Ergonomico, Piastra da stiro antiaderente, sicuro e compatto per i viaggi da OPUL
19 Recensioni
Mini ferro da stiro da viaggio, Ferro da stiro a vapore da viaggio, Mini ferro da stiro, Portatile, Ergonomico, Piastra da stiro antiaderente, sicuro e compatto per i viaggi da OPUL
  • VERSATILE: Il mini ferri da stiro ha una funzione a doppio voltaggio che ti permette di passare da 110V a 120V o da 220V a 240V e di poterlo sfruttare ovunque...
  • COMPATTO: Il mini cavo del ferro da stiro si muove liberamente seguendo i movimenti del ferro, il che lo rende facile da trasportare, mentre la maniglia...
  • SICURO PER IL VIAGGIO: Con il suo sistema di spegnimento automatico come principale caratteristica di sicurezza, il ferro si spegne da solo quando non viene...
  • RAPIDO PRERISCALDAMENTO: Il mini ferro da stiro da viaggio piccolo di OPUL ha la temperatura regolabile per diversi tipi di tessuti, assicurando un tempo di...
  • PIASTRA ANTIADERENTE: Puoi utilizzare il ferro da stiro sia come ferro a secco che come ferro a vapore, infatti la piastra ha 15 fori per il vapore per una...
OffertaPiù venduti - Posizione n. 5
Aicok Ferro da Stiro 1000W Riscaldo 35s Garment Steamer con Spazzola Steamer Palmare, Sacchetto, Guanto di Protezione, Nero
  • DUAL HEAT SETTINGS E CONVENIENCE - Il vapore portatile a mano Aicok è progettato con due impostazioni (bassa temperatura a vapore e vapore) per lavorare in...
  • TEMPO DI RISCALDAMENTO VELOCE E FACILE DA UTILIZZARE - Il vapore per indumenti da viaggio è dotato di un potente sistema di riscaldamento da 1000 watt, che...
  • STEAMER MUTI-FUNZIONALE CON BPA FREE ABS / PP- stiratura, pulizia, sterilizzazione, umidificazione. Nessun effetto shinning sulla seta ed è in grado di...
  • POTENZIALE PORTABILE POTENTE E ADESIVO - Include il mini vapore palmare con impugnatura ergonomica e comoda, un pennello, un guanto, una borsa da viaggio e un...
  • GARANZIE DI 2 ANNI - Siamo sicuri nella qualità del nostro vaporetto per indumenti da viaggio che offriamo una garanzia di soddisfazione di 30 giorni e...
OffertaPiù venduti - Posizione n. 6
Stiratrice a Vapore, TOODA Mini Portatile Ferro da Stiro Verticale da Viaggio 150 ML, 700W Garment Steamer Abbigliamento Per Viaggi e Vacanze & Casa Garanzia di Rimborso di 12 Mesi
8 Recensioni
Stiratrice a Vapore, TOODA Mini Portatile Ferro da Stiro Verticale da Viaggio 150 ML, 700W Garment Steamer Abbigliamento Per Viaggi e Vacanze & Casa Garanzia di Rimborso di 12 Mesi
  • 【Riscaldamento rapido & maggior convenienza nella nostra vita】Questo ferro da stiro si può tenere comodamente in mano e si scalda in soli 50 secondi, con...
  • 【Acciaio inossidabile 304 con 5 buchi】Ha un nuovo design con 5 buchi che può fare uscire il vapore più uniformemente, è adatto a tutti i materiali...
  • 【Grande serbatoio & doppia sicura di protezione】Il serbatoio è molto grande, può contenere fino a 150 ml di acqua, la lunghezza del cavo è di 1.8 metri....
  • 【Multifunzione】La temperatura del vapore è 100 gradi, oltre a stirare, può disinfettare, sterilizzare e togliere gli odori.
  • 【Tecnologia Teflon】Nel recipiente, costruito con il vuoto intorno, l'efficienza termica è più veloce e più alta, sulla superficie, la tecnologia Teflon,...

 Requisiti identificativi per un buon ferro da stiro portatile.

Le principali differenze che contraddistinguono un ferro da stiro da viaggio rispetto ai modelli domestici sono il volume e il peso: infatti, logicamente, per essere facilmente trasportabile, il piccolo elettrodomestico deve avere una piastra di dimensioni ridotte, ed essere meno ingombrante possibile. Ma non solo: senza fermarci ai requisiti principali, vediamo nel dettaglio un elenco delle caratteristiche che deve avere un ferro portatile per essere considerato un buon prodotto in commercio.

Partiamo dal cavo, consigliabile in una versione retraibile che, dopo avere utilizzato il ferro, si riavvolga all’interno, riducendo ancor più al minimo lo spazio occupato.

Senza dubbio poi la potenza, poiché va da sé che più un ferro è potente, migliore sarà il risultato. Da non sottovalutare anche la velocità del riscaldamento, specie se si va di fretta e non si ha né tempo né voglia di attendere toppo prima che si scaldi; di dimensioni e peso abbiamo parlato prima, ed è ovvio che si consigli un ferro portatile che sia leggero e compatto, meglio se con manico pieghevole per ingombrare poco in valigia, sempre però prediligendo materiali resistenti e di qualità, onde evitare che si danneggi al primo urto o caduta.

E poi il voltaggio, che è fondamentale, considerato che l’apparecchio sarà usato esclusivamente in viaggio, e quindi in varie destinazioni: è consigliabile scegliere un modello a doppio voltaggio, per poterlo comodamente utilizzare eventualmente anche all’estero.

Prendiamo in considerazione anche il tipo di opzione per l’utilizzo, e cioè a vapore o a secco: infatti, alcuni modelli funzionano con entrambe le funzioni, ma altri ne offrono solo una delle due. Di solito, si ritiene che il vapore garantisca migliori risultati a livello di stiratura, ma indubbiamente sarà bene tenere presente, ad esempio, che un ferro a vapore può risultare inutile se non potesse essere possibile avere accesso all’acqua ed inoltre può creare un po’ di condensa e di conseguenza gocciolare magari anche durante il trasporto se non viene asciugato bene dopo l’utilizzo. Proprio per ovviare anche a casi del genere, si consiglia di scegliere modelli con la dotazione di una custodia, utile come protezione e molto pratica in valigia o borsoni da viaggio.

Due categorie racchiudono i ferri portatili: ferri da stiro portatili mini e ferri con manico pieghevoli.

Abbiamo illustrato le caratteristiche salienti che identificano un buon ferro da viaggio che, per essere facilmente trasportabile, può essere distinto in due gruppi, vale a dire di dimensioni mini e con manico pieghevole. A seguire vedremo anche una terza categoria, dei verticali, ma di quella approfondiremo il discorso a parte. Al momento focalizziamoci sui primi due, anche perché, pur avendo lo stesso obiettivo, hanno requisiti differenti fra loro.

Ferri da stiro portatili mini: il nome è già eloquente, poiché si tratta di modelli dalle dimensioni ridotte. In realtà, quindi, le differenze con un modello domestico sono esclusivamente riservate alle misure, che vediamo di riassumere brevemente comparando le due apparecchiature, ed indicando anche il valore medio del prezzo: peso 0,25 kg, dimensioni (circa) cm10 x 6,5 x 6, prezzo tra i 20 e i 50 € per il mini e 1 kg di peso, misure 28 x 14 x 11,50 cm nonché prezzo dai 20 ai 100 € per il tipo standard.

Ferri da stiro portatili con manico pieghevole: modelli molto simili ai più classici standard, dai quali si differenziano grazie alla possibilità di piegarne il manico e occupare meno spazio in valigia. Come per i precedenti, anche in questo caso sono un po’ più piccoli e leggeri, e sicuramente più maneggevoli di quelli ad uso domestico, pur se non si possono certo definire mini. Sicuramente utili in viaggio dal punto di vista della praticità, di regola si scaldano in pochi minuti pur se non raggiungono temperature troppo elevate, non andando oltre i 150 gradi circa, e non sono previsti nella versione a vapore.

Entrambe le tipologie analizzate sinora rappresentano modelli molto semplici, sicuramente comodi da trasportare ma con risultati riconducibili al minimo indispensabile, diremmo quasi per eventi eccezionali. Esiste però una categoria di ferri portatili molto efficace, e che sta prendendo sempre più piede in commercio, a cui abbiamo appena accennato prima. Vediamola insieme.

 Ferri da stiro verticali: eleganti, pratici, efficienti.

Parliamo quindi del concetto di stiratura verticale, in particolare proprio di quei ferri nati esclusivamente per questa funzione di stiro: spesso tale tipologia è possibile anche nei ferri più classici, come per quelli a caldaia, grazie all’erogazione del vapore, che permette di evitare il contatto con gli indumenti, senza rischiare di danneggiare il tessuto.

Veloce e semplice nell’esecuzione, questo tipo di stiratura è anche molto pratica: ad esempio, risulta semplice stirare in questo modo le tende, senza doverle mettere su un asse da stiro, operazione che sarebbe davvero scomoda, oppure, per tornare al nostro discorso iniziale della stiratura in viaggio, anche per rinfrescare rapidamente un abito o un pantalone appena tolto dalla valigia quando, magari in una camera d’albergo, non possiamo avere l’attrezzatura adatta per farlo in maniera più tradizionale.

In merito, possiamo trovare diverse soluzioni, parlando di prodotti anche con diversi valori commerciali in base ai vari modelli, più o meno funzionali e specifici: possiamo trovare la stiratrice verticale, perfetta per le sistemazioni improvvise e lunghe sessioni, proprio come abbiamo detto prima per tendaggi o tovaglie, pur se i risultati non sempre sono particolarmente precisi. E poi c’è il ferro con funzione verticale, veloce a scaldarsi e preciso nel lavoro, forse un po’ poco pratico se i panni da stirare sono parecchi; ed infine abbiamo il ferro a caldaia separata con funzione verticale: lento a scaldarsi, opera però senza sosta anche per tempi lunghi, sempre con buoni risultati.

Il ferro da stiro verticale, anche comunemente anche “spazzola a vapore”, pur non essendo in grado di sostituire completamente il ferro tradizionale, può essere un ottimo aiuto in viaggio, dato che possiede dimensioni e peso ideali per essere trasportato. Lavora su ogni tipo di tessuto, con il grande vantaggio di non dover usare l’asse da stiro. I limiti più evidenti sono quelli di avere un serbatoio piccolo e, comunque, di una realizzazione meno perfetta tanto più i capi hanno fogge “complicate”, ma risulta comunque impagabile per la velocità di esecuzione.

Riassumendo schematicamente i pro e i contro di questo tipo di piccolo elettrodomestico, possiamo annoverare fra i vantaggi i prezzi competitivi, il trasporto facile e pratico, l’utilizzo anche come funzione di togli pelucchi dai capi di abbigliamento di ogni tipo di tessuto, nonché un’attività di igienizzazione dei panni in virtù del vapore utilizzato e un’attesa breve dall’accensione al momento dell’utilizzo. Per quanto riguarda i pochi svantaggi, invece, possiamo limitarci ai serbatoi di dimensioni molto modeste e ai risultati non perfettamente precisi, in particolare su alcune tipologie di abiti e consistenze di fibre.

Un ferro di questo tipo, in ogni caso, è sempre più protagonista del nostro vivere quotidiano, essendo ora molto presente anche in diversi negozi di abbigliamento, utilissimo per esporre i capi sempre in forma e senza antiestetiche stropicciature, avendo come sua peculiarità il funzionamento ad erogazione di vapore in verticale che consente la stiratura anche di capi indossati ad un manichino.

D’accordo, non sempre garantisce gli stessi risultati di un ferro tradizionale, l’abbiamo già detto, ma presenta il grande vantaggio di non richiedere alcun piano di appoggio, potendolo semplicemente accostare ai nostri capi appesi sia per stirarli ma anche semplicemente per rinfrescarli prima e dopo un cambio di stagione, per togliere odori (come fumo o fritto) e anche per un’opera di pulizia per parti di arredamento, oltre alle già citate tende anche per poltrone e divani in stoffa.

Dovendo sceglierne uno da acquistare, il primo fattore da prendere in esame riguarda la struttura, anche perché da essa dipendono sia l’ingombro che il peso, elementi che influiscono parecchio sulla praticità di utilizzo in situazioni di trasferta, cioè quelle per cui i ferri portatili sono pensati. Un buon ferro da stiro verticale da viaggio deve pertanto, per essere ideale, ingombrare poco ed essere il più possibile leggero, in modo da poterlo trasportare facilmente. Indicativamente il suo peso, fra i modelli attualmente in commercio, varia fra i 700 gr e 1,7 kg, e tale range è dovuto chiaramente ai materiali costitutivi e alle dimensioni. Per ridurne l’ingombro in valigia, poi, è consigliabile riporlo senza scatola e, per proteggerlo, preferire una borsa morbida di stoffa, o ancor meglio la propria di cui alcuni modelli sono dotati.

I ferri da stiro verticali sicuramente più pratici e funzionali hanno, di fatto, le sembianze di una vera e propria spazzola: infatti, è presente un manico, che funge anche da serbatoio dell’acqua, da cui impugnarli, ed un’estremità dotata di fori, idonea all’erogazione del vapore. Spesso presentano una base di appoggio, o un gancio per appenderli a parete, in modo da semplificarne la collocazione, con misure indicative comprese tra i 24 x 18 x 10 cm e i 35 x 21 x 14 cm. E’ anche possibile trovare dei ferri verticali con una particolare forma di una brocca con manico, che ingombrano sicuramente di più a fronte, però, di un serbatoio più capace. La scelta della forma dipende pertanto dalle necessità di ognuno, ma è chiaro che da viaggio sia preferibile orientarsi su un ferro affusolato a spazzola, pur se, in presenza di una stiratura più prolungata, dovremo essere consapevoli che bisognerà interromperla spesso per poter ricaricare il serbatoio poco capiente.

Sul corpo del ferro verticale sono quasi del tutto assenti pulsanti: in effetti, svolgendo soltanto funzioni basilari, possiamo al massimo trovare un solo pulsante per l’erogazione del vapore, o meglio una specie di grilletto posto sul manico. L’interruttore di accensione, quando presente, si può trovare sia sul corpo del ferro che sulla spina della corrente: in alcuni modelli a brocca, troviamo un semplice interruttore sulla sommità del ferro. Può anche presentare una rotellina, sempre per la regolazione del vapore, pur non essendo del tutto indispensabile in quanto non è mai comunque abbastanza potente da richiedere regolazioni per non rovinare i capi, motivo in più per essere adatto a tutti i tessuti. Comandi e manico sono di regola sempre ergonomici e antiscivolo, in modo da ridurre al minimo il rischio di cadute, e da avere una presa ottimale.

Il serbatoio è parte integrante della struttura, e possiamo trovarlo estraibile oppure interno: il primo è più facile da riempire, in quanto basta rimuoverlo e metterlo semplicemente sotto un rubinetto, mentre quello interno risulta meno maneggevole e di solito si trova nei ferri verticali a forma di brocca. Va detto che, in entrambi i casi, è più piccolo rispetto a quello di un comune ferro da stiro e, in termini pratici, un buon apparecchio ad erogazione verticale con un serbatoio estraibile da 60 ml offre un’autonomia appena per stirare una camicia, dopodiché dovrà essere riboccato. Se ne consideriamo uno a brocca, di norma, come abbiamo detto, più capiente, possiamo arrivare anche ad una capacità di 200 ml.

Un ultimo aspetto strutturale riguarda il cavo: molto spesso, i modelli più comuni non ne hanno uno particolarmente lungo (volendo stirare le tende, per esempio, questo potrebbe essere un elemento importante), e quindi sarà utile mettere in conto anche l’impiego di una prolunga, almeno per un certo tipo di esigenze. Raccomandiamo di fare attenzione che l’erogatore del vapore non entri in contatto con il cavo quando si appoggia il ferro, per ovvi motivi di sicurezza.

Tornando alle funzioni, segnaliamo che sul mercato vi sono ferri da stiro verticali che potremmo definire “due in uno”, in quanto hanno la possibilità di stirare anche in orizzontale, pur se in assenza di un classico piano di appoggio. Tale opzione è realizzabile grazie ad una particolare struttura: in questo modo è possibile, per esempio, stirare le lenzuola direttamente sul letto, direi un vantaggio molto interessante per chiunque si approcci ad un’operazione non sempre facilissima! Consente una modalità particolarmente versatile, garantendo persino di migliorare la qualità della stiratura. Non tutti i ferri verticali sono abilitati a questo, dovendo avere nello specifico una piastra adatta ad entrare in contatto diretto con tutti i tessuti, compresi quelli più delicati come la seta.

Nel corpo del ferro, inoltre, è sempre presente una spia luminosa che indica l’accensione e il funzionamento dell’apparecchio: è opportuno tener presente che dal momento in cui la spina è inserita e si accende la spia, bisogna di solito attendere almeno un minuto prima che sia pronto per l’erogazione del vapore e, se l’apparecchio prevede anche la funzione di stiratura orizzontale, bisogna attendere un po’ più a lungo.

Abbiamo detto che, di regola, il ferro verticale si può usare con tutti i tessuti, e ad ulteriore conferma di ciò, sappiamo che alcuni modelli sono dotati di rotellina per la regolazione della temperatura: in questo caso, per eseguire un lavoro ben fatto, si deve prima controllare il tipo di tessuto che andiamo a stirare e poi sistemare la gradazione secondo le indicazioni presenti nelle istruzioni. È molto probabile che un ferro dotato di questa particolarità aggiuntiva abbia un timer che, in automatico, si spegne non appena viene raggiunta la temperatura richiesta.

La stiratura, dunque, avviene per mezzo del vapore in alta temperatura, pertanto, oltre a sottolineare l’importanza di fare molta attenzione durante l’uso, in quanto inavvertitamente potrebbe essere facile scottarsi, bisogna valutarne la quantità di vapore che viene erogata nell’unità di tempo. Sulle confezioni di questi elettrodomestici, o al massimo nel loro libretto di istruzioni, il dato viene indicato, espresso in g/min, cioè in grammi di vapore erogati al minuto: un buon ferro sarà più efficace quanto più alta la sua concentrazione di vapore continuo erogato al minuto (per esempio, un’erogazione di vapore pari a circa 25 g/min può essere un valore sufficiente).
Si deve anche tenete presente che non ci si può aspettare una diffusione particolarmente abbondante da apparecchi di questo tipo, ed è impensabile volerli paragonare ai ferri tradizionali a vapore che possono raggiungere anche un valore di 200g/min.

Un’altra considerazione riguardo alle prestazioni di un ferro da stiro verticale, da cui dipendono i tempi di preparazione e di impiego, è il wattaggio che, se non è elevato, c’è il rischio è che il riscaldamento dell’acqua sia troppo lungo e, di conseguenza, vi sia discontinuità nella produzione di vapore. In linea di massima, un buon ferro verticale potrà avere un assorbimento compreso tra 600 e 1500 W, e da questo elemento abbiamo compreso che dipenderà la sua efficacia nello svolgere il suo compito.

Per quanto riguarda la vera e propria gestione dell’acqua da inserire nella nostra spazzola da stiro portatile (sinonimo commerciale del ferro da stiro in verticale), vediamo ora di valutare alcuni elementi che ci sembrano importanti: oltre alle considerazioni strutturali in merito al serbatoio dell’acqua, ci occupiamo in questo caso della sua capienza. Se in viaggio abbiamo necessità di rinfrescare una sola camicia per volta, possiamo tranquillamente scegliere un ferro verticale con un serbatoio dalle dimensioni esigue, per esempio di 60 ml mentre, se desideriamo poter stirare indumenti più impegnativi, come un abito a pieghe o un completo, il consiglio è di sceglierne uno dalle dimensioni maggiori, come 180-200 ml. Molti di questi ferri sono ormai progettati per essere usati con l’acqua del rubinetto, senza quindi necessità di reperire acqua distillata fuori casa: ciò nonostante, è bene sapere che un’acqua molto dura, come quella delle nostre città ricca di calcare, a lungo andare può lasciare residui che possono usurare l’apparecchio, intasando e corrodendo le parti interne. Alcuni presentano, a questo proposito, una comoda e molto pratica funzione anticalcare, che permette loro una protezione dall’usura dovuta a questo inconveniente.

Infine, possiamo segnalare gli eventuali accessori che possono essere abbinati nella vendita, molto utili se non addirittura indispensabili a completamento del nostro ferro a vapore portatile, vale a dire una custodia e una spazzola contro polvere e pelucchi. Della custodia abbiamo già parlato, mentre per la funzione di leva pelucchi possiamo dire che consiste in una spazzola a setole sintetiche che è possibile applicare (naturalmente sempre a ferro spento!) sull’estremità dell’erogatore, accessorio utile soprattutto per dare una veloce rinfrescata a tessuti spessi, che maggiormente trattengono polvere e peli, come giacche e cappotti, e quindi per vari tipi di lana e velluto.

I Migliori 5 Ferri da Stiro Portatili/Verticali

Stiratrice Verticale Yoleo Da 150ML, Ferro da Stiro a Vapore Portatile, Vaporetto per Indumenti da Viaggio, Igienizza Indumenti e Tende, Ferro da Stiro da viaggio, Steamer Portatile, Capiente e Veloce da 1000W

Pratico, ergonomico e funzionale, il ferro verticale Yoleo permette di stirare e di igienizzare i capi in pochi minuti, dalle tende alle camicie, così come è adatto per togliere piccole macchie e per rimuovere cattivi odori, come fritto, fumo o sudore. Ottimo strumento anche per rinfrescare abbigliamento poco utilizzato, magari custodito a lungo in un armadio. Compatto e potente, ha un serbatoio semplice da ricaricare, con una capienza di 150 ml, che permette di avere vapore continuo in soli 35 secondi e per una durata continuativa di almeno 12 minuti. Prezzo di vendita € 39,99, IVA compresa

Ferro da stiro Aicok per uso doppio, stiratura piatta e vapore tenuto in mano, Ferro da stiro portatile a vapore rapido da 1500W 15s, ferro da stiro, ideale per la casa e il viaggio.

Ottimo esempio di ferro verticale a doppio utilizzo, indicato quindi anche per stiratura piatta a vapore. Dal design ergonomico, genera un potente vapore continuo per rimuovere le pieghe, igienizzare e pulire, e con il suo riscaldamento veloce in soli 15 secondi, e una potenza di 1500 W, è il più veloce ferro da stiro portatile sul mercato. Presenta doppie regolazioni adatte per ogni tipo di tessuto e il vapore può essere spruzzato anche da mezzo metro, garantendo una sterilizzazione profonda mediante eliminazione dei batteri, e rimuovendo anche gli odori. Venduto su Amazon al costo di € 56,99, per un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Imetec Nuvola Ferro da Stiro da Viaggio a Vapore, Piastra in Acciaio Inossidabile da 1000 W, Custodia da Viaggio, Doppio Voltaggio

Piccolo ferro da viaggio, molto simile ai modelli tradizionali domestici, può essere un buon strumento anche per la casa di villeggiatura o, comunque, per una buona riuscita senza necessità di prestazioni di alto livello. Compatto e molto leggero, ha una piastra a vapore da 1000 W, un manico pieghevole per il basso ingombro, e presenta il doppio voltaggio per utilizzo in tutti i paesi. Viene fornito con una pratica custodia da viaggio. Buon prodotto, economico e comodo, venduta all’ottimo prezzo di € 19,00, sempre IVA inclusa.

Aicok Ferro da Stiro Verticale, 110ml Ferro a Stiro da Viaggio con Manico e Pennello in Tessuto e Sacchetto Portatile, Riscaldamento Rapido, Getto di Vapore Verticale, da Utilizzare a Casa o in Viaggio (Blu)

Ancora a marchio Aicok, uno dei brand vincenti in questo campo, Amazon propone uno dei modelli più venduti, con riscaldamento rapido in 75-90 secondi ed un nuovo design per distribuire il vapore in maniera più potente e continua per almeno 8/10 minuti. Comoda anche la visibilità del livello dell’acqua, il cui serbatoio è da 110 ml. Il design piccolo e compatto lo rende facile da trasportare ed usare ovunque, perfetto da usare in viaggio ma, volendo, persino in casa. Sicurezza dovuta anche a spegnimento automatico quando diventa troppo caldo o il livello dell’acqua è basso. Stira e sterilizza ogni tipoo di tessuto, sia naturale che sintetico. Prezzo di vendita € 19,49

Aicok Ferro da Stiro 1000W Riscaldo 35s Garment Steamer con Spazzola Steamer Palmare, Sacchetto, Guanto di Protezione, Nero

Finiamo con un altro modello Aicok, più professionale del precedente ed altrettanto venduto con grande successo. Ideato con due impostazioni di vapore, può lavorare in sicurezza con tutti i tessuti. Dotato di un potente sistema di riscaldamento da 1000 watt, che consente di ottenere il vapore in 35 secondi, ha un serbatoio di 80 millilitri, il che significa almeno cinque minuti di vapore continuo prima di riempirlo di nuovo. Palmare da viaggio con impugnatura ergonomica, comprende anche un pennello, un guanto e una borsa da viaggio. Il cavo di alimentazione lungo quasi 2 mt e mezzo consente spazio per lavorare con un agio abbastanza comodo su indumenti appesi. Il prezzo di vendita è di € 45,99.

 

Abbiamo visto una brevissima ma rappresentativa panoramica del mercato online di questi prodotti, sempre più richiesti ed apprezzati. I materiali costitutivi del ferro da stiro da viaggio sono importanti soprattutto in relazione al peso dell’apparecchio: come per la maggior parte degli elettrodomestici, casalinghi o da viaggio, sappiamo che il corpo esterno è in materiale plastico, che però deve essere robusto e, in questo caso, particolarmente resistente al calore, come il teflon o la plastica ABS (acrilonitrile-butadiene-stirene), materiale particolarmente leggero e sicuro in questo.

La nostra analisi ci ha portato a concludere che il ferro portatile, in particolare quello verticale, è un prodotto ancora relativamente nuovo e che non tutte le più conosciute case produttrici di ferri da stiro ancora includono nella loro produzione, pur se esistono realtà aziendali non del tutto famose in grado di produrre ottimi elettrodomestici in tal senso, e con le caratteristiche che vi abbiamo illustrato ampiamente. Pertanto, se siete spesso in viaggio, e avete bisogno di presentarvi in modo

COSA NE PENSANO I LETTORI:
TI E' PIACIUTA LA NOSTRA GUIDA? DAGLI UN VOTO
[Totale: 0 Media: 0]

Altri Prodotti Utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *